Leggere in Vetta “Nel Pallone” #23

mondiali della vergogna copertinaSabato 2 agosto parteciperemo da ormai fedelissimi spettatori alla rassegna Cinema Libero presso l’Ostello La Batise di Bionaz (ore 21.00). Assisteremo alla proiezione di “Nel Pallone” documentario scritto da Luca Wu Ming 3, Christiano xho Presutti e Giangiacomo De Lo.

Gli autori raccontano le realtà di calcio popolare in Italia, ed esplorano i templi pagani del calcio nostrano: Genova, Napoli, Roma, Milano, ma anche in Inghilterra, da dove il contagio si è sviluppato e diffuso. Il documentario, apparso su “la LaEffe TV” diviso in due puntate, racconta anche un altro lato del calcio, poco conosciuto, e cioè di chi scrive di calcio. Non di attualità, non dei cronisti stanchi, ripetitivi e banali, ma di chi racconta una passione, una storia poco conosciuta di un campione o di una squadra, una diversa idea di concepire il rituale della partita e dello stare allo stadio, ma anche analisi storiche, sociali, culturali e politiche.

Scrivere il calcio si può e lo si può fare andando oltre le consuetudinarie narrazioni mainstream. Lo dimostrano due grandi scrittori sudamericani come Eduardo Galeano e Osvaldo Soriano, lo dimostra il progetto Futbologia e lo dimostra questo bel documentario.

Leggere in Vetta per questa bella serata a calcio e brossa vi propone due opere importanti di due piccoli editori indipendenti:

ladri di sport– Ladri di Sport di Ivan Grozny e Mauro Valeri (Agenzia X), una raccolta di storie e testimonianze di realtà su cui ancora molto poco è stato scritto, che vanno dalle mobilitazioni anti-Fifa in Brasile alle polisportive antirazziste e autogestite in Italia, dalle lotte contro la discriminazione allo sport praticato dai richiedenti asilo

– I Mondiali della Vergogna di Pablo LLonto (Alegre Edizioni), dalla non convocazione di Maradona alle simpatie comuniste dell’allenatore Menotti, dal poco credibile sei a zero al Perù fino alla finale con l’Olanda, il libro ripercorre i principali eventi sportivi che riempirono d’orgoglio il paese insieme ai tentativi di boicottaggio del Mondiale e alle azioni di guerriglia dei montoneros. Un libro di storia, che affronta le responsabilità collettive della società argentina nell’occultamento della realtà, e che dimostra come l’innocenza sportiva e i suoi festeggiamenti si convertono spesso, in modo cosciente o incosciente, in appoggio ai governi, anche ai più sanguinari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...